Artigiani del Futuro utilizzeranno la Stampante 3D

17 gennaio 2016 di Daniele Frulla


Gli artigiani sono persone con un particolare ingegno che trovano interessante ed utile costruire o assemblare oggetti da materiali inusuali.

Oggi, con tecnologie sempre all’avanguardia, siamo alla ricerca di nuove forme di lavori (da un certo punto di vista si tratta di lavori già esistenti da anni) che innovano la produzione e la creazione di materiali ed oggetti.

Le stampanti 3D messe in commercio diverso tempo fa, danno impulso al cambiamento che è in atto nel mondo del lavoro e permettereanno di creare nuovi oggetti ed utensili.

Essendo costose all’inizio, le stampanti 3D venivano utilizzate solamente nalle industrie per velocizzare il processo di produzione e ridurre i costi.

Ora chiunque può acquistare una stampante 3D ad un prezzo accessibile ed è in grado di dare sfogo alla propria creatività.

Il tipo di lavoro cambia. Prima si aveva la manualità, la creatività e si assemblavano gli oggetti. Ora con un computer si può creare il proprio oggetto in formato CAD e vederselo costruito realmente dalla stampante 3D.

Se ricerchiamo su google stampanti 3D i risultati ottenuti sono migliaia.

Nel mercato delle stampanti 3D vi sono moltissimi modelli, ma quale scegliere?

In primo luogo occorre sapere, come per le stampanti su carta, il tipo di cartuccie che si vogliono scegliere. Lle stampanti 3D hanno diversi tipologie di materiali e tecnologie con le quali si possono realizzare gli oggetti:

  • Termoplastica FDM (Fuse Deposition Modeling)
  • Fotopolimeri PolyJet

Tecnologia FDM

La tecnologia FDM deposita strati di materiali plastici tra cui ABS, ABSPlus, Policarbonato, Polifenilsulfone. Il deposito avviene tramite fusione dei materiali selezionati.

Stampante 3D con tecnologia FDMVa da se che il materiale predominante sono i polimeri e quindi materiale plastico difficilmente reciclabile nell’ambiente.

Tecnologia PolyJet

La tecnologia PolyJet lavora depositando strati di fotopolimeri liquidi su un vassoio e che si asciugano immediatamente tramite la catalizzazione con raggi UV. Gli strati vengono sovrapposti fino a creare un modello o prototipo 3D.

Questa tecnologia può costruire oggetti 3D assemblando anche diversi tipi di materiali a gel.

Oltre ai materiali dei modelli, la stampante 3D deposita un supporto simile a un gel, che sostiene sporgenze e geometrie complicate ed è facilmente eliminabile a mano o con l’acqua.

Con questo tipo di stampa si costruiscono le vostre protesi dentali! I materiali sono più adatti per l’ambiente e si reciclano meglio.

 

Non resta che scegliere la stampante più adatta alle vostre esigenze.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright di Caterina Mezzapelle Part. I.V.A. 02413940814 - R.E.A. 191812