Sicurezza – Virtualizzazione

23 gennaio 2009 di Daniele Frulla


Virtualizzazione significa insicurezza? Il quesito, nell’ambito informatico, risulta essere attuale e potrebbe portare ad una spaccatura a metà tra i contendenti.

 In un recente articolo presente sul sito ilsoftware.it sophos mette in guardia sulla pericolosità nel lasciare all’utente finale, la possibilità di installare un software e creare delle probabili backdoor, ma è anche vero che in un nostro precedente articolo sulla sicurezza avevamo evidenziato quanto sia difficile gestire la sicurezza in una rete, grande o piccola che sia.

Solitamente all’interno di un’azienda le operazioni di scaricamento, installazione e configurazione di un software di virtualizzazione, è affidato all’amministratore di sistema, che dovrebbe essere la prima persona deputata alla gestione della sicurezza.

Partendo dal presupposto che ogni strumento della nostra vita può essere usato sia in maniera positiva sia in maniera negativa, lo sviluppo della tecnologia ha portato ad avere hardware potenti a prezzi decisamente accessibili, e decidere di ottimizzare tanta potenza, mi sembra una saggia decisione anche dal punto di vista tecnico.

Ho visto molte persone usare pc con 2Gb di Ram e processori di ultima generazione solo per scrivere documenti di testo !!!!!

Per il personale tecnico la virtualizzazione rappresenta un notevole vantaggio per una serie di motivi:

– accentramento delle risorse da gestire con conseguente risparmio economico;

– possibilità di sperimentare nuove soluzioni tecniche senza aver bisogno di avere a disposizione un parco macchine esagerato con un tasso di obsolescenza notevole, e di conseguenza migliorare la struttura presso la quale opera.

Personalmente da quando ho potuto provare i software di virtualizzazione il mio modo di lavorare è migliorato e la virtualizzazione sta migliorando sia l’approccio delle persone verso l’informatica, sia la gestione dell’hardware.

Ok, concludiamo il discorso con un giro a 360 gradi, accennando anche gli aspetti negativi, che comunque esistono. L’hardware in questione ha un costo non indifferente, la rottura di un simile hardware potrebbe comportare la perdita di più macchine virtuali e quindi la non disponibilità di diversi servizi. Ma per questo esistono i backup!!!!

Ogni scelta che viene fatta, ha sempre i suoi vantaggi e svantaggi. Solo un completo studio di fattibilità ci aiuta nella nostra scelta.

Fonte: www.newstecnology.eu

Virtualizzazione: Il Futuro Delle Risorse Hardware

25 aprile 2008 di Daniele Frulla


Hardware sempre più potente nel giro di pochi anni rende la vita difficile a molte società che devono  riallineare i propri sistemi informatici.

La virtualizzazione dei servers è entrata ormai nel mercato dei prodotti informatici, e l'hardware si vende a patto che sia compatibile con i diversi software di virtualizzazione.

Perchè questo utilizzo massiccio della virtualizzazione? Quali sono i vantaggi?

Utilizzare la virtualizzazione dei servers (Server Consolidation).

La virtualizzazione dei server è quella pratica che consente di creare macchine virtuali (virtual guest) in un sistema fisico detto host. Questa pratica prende il nome di Server Consolidation in quanto si potranno avere più servers su un unico sistema host e quindi una riduzione notevole di servers fisici.

In pratica su un server host (fisico) installiamo un sistema operativo ed un software di virtualizzazione che ci serve a "simulare" altro hardware per creare servers detti VM (Macchine Virtuali).

Per virtualizzare servers possono essere usate tipologie di hardware tra le più sofisticate in commercio. In pratica:

  1. Sistemi di Storage SAN che consentano di memorizzare dati dell'ordine dei TeraByte.
  2. Comunicazioni in fibra tra storage e servers.
  3. Servers con almeno 2 processori e diversi GigaByte di RAM.

Vantaggi Della Virtualizzazione

I vantaggi della virtualizzazione sono notevoli soprattutto con l'evoluzione tecnologica degli ultimi anni: 

  1. Utilizzo Massimo Delle Risorse: quante volte lasciando acceso il PC andiamo a prendere un caffè? Il tempo del caffè in termini di cicli di CPU è tutto tempo sprecato perchè la CPU non elabora niente, ma magari mantiene solamente uno screensaver. Con le VM (Macchine Virtuali) si possono sfruttare questi cicli macchina per far avviare l'elaborazione di un video. Le VM ottimizzano sia la CPU che la RAM del server host delle VM.
  2. Ottimizzazione Di Test E Di Sviluppo: la VM è altro che un file che la macchina host legge  se la VM è accesa. Per testare o sviluppare un software non è più necessario acquistare hardware, ma lo si può fare installando la macchina virtuale, testare tutto quello che vogliamo e poi cancellarla quando non ci server più.
  3. Meno Sprechi Energetici: la virtualizzazione permette di risparmiare in termini di energia, poichè tenere accesi 10 servers è diverso dal tenerne accesi 2! Quindi risparmi in termini di energia per i servers, per la tenuta del data center, e per l'uso migliorato di tutte le risorse hardware.
  4. Scalabilità: cambiare i sistemi informativi aziendali e gestirli non mai stato così semplice. Si possono aggiungere tanti sistemi quanti ne vogliamo e lo facciamo in poco meno di 1 giorno lavorativo. I tempi di implementazione si accorciano ed il sistemista non deve più sbizzarrirsi nel cercare driver e compatibilità tra i sistemi.
  5. Costi Di Gestione: i costi di gestioni del sistema si riducono di gran molto. Quello che una volta facevano 4 tecnici oggi lo fa uno solo. E' possibile far girare una macchina virtuale su un altro server  e ridurre così il tempo di disservizio per l'utenza quando una macchina hardware si guasti.
  6. Maggiore Sicurezza Del Sistema: essendo il sistema su di un unico host fisico la sicurezza è garantita dalla configurazione dello stesso host che non fa parte della rete delle VM.
Anche le piccole e medio aziende che non hanno un numero così altro di servers posso optare per questa soluzione, ne avranno sicuramente un vantaggio negli anni a seguire.
 
Fonte: www.newstechnology.eu

Virtualizzazione Con Windows Server 2008

14 novembre 2007 di Daniele Frulla


Il nuovo sistema operativo per i server di Microsoft si propone per la virtualizzazione.

Dopo aver sperimentato VMWare e VirtualBox, mi sono imbattuto su Microsoft Server 2008. Leggi…


Copyright di Caterina Mezzapelle Part. I.V.A. 02413940814 - R.E.A. 191812