Gestione Versioni Sviluppo con Git – Costruirsi un Server Git Privato Gratis con Linux

13 gennaio 2017 di Daniele Frulla


Git Versioning

Se sei uno sviluppatore, avrai sicuramente utilizzato l’applicativo Git che permette di tenere traccia di tutte le versioni software che rilasciate. Nel web troverete GitHub e con essa possiamo condividere pubblicamente tutti i nostri sorgenti, ma per mantenere i nostri sorgenti privati occorre pagare.

Qui di seguito troverete le istruzioni utili per costruire un Git Server con poca fatica e pochi comandi da eseguire sul vostre Server Linux.

Leggi…

Film In Streaming con Kodi e Stream on Demand

29 settembre 2016 di Daniele Frulla


kodi streaming

Il mondo della tecnologia cresce e si evolve in maniera impressionante! Le smart TV sono dotate di un piccolo server, in grado di sfogliare la rete e navigare su internet.

Kodi è il software open source per gestire media di qualsiasi genere: immagini, video, musica. Per definizione Kodi è media server installabile su ogni genere di piattaforma e sistema operativo (android, windows, linux, mac, ecc.). Leggi…

Come Installare Ubuntu su Thin Client Wyse Z90D7

19 agosto 2016 di Daniele Frulla


ubuntu wyse z90d7 thin client

A volte capita di trovare delle offerte molto convenienti sul sito Ebay apparati che sono scontati o sono rigenerati da ditte specializzate.

Gli apparati che troviamo disponibili possono essere dei Thin Client come Dell Z90D7. Questi sistemi hanno come sistema operativo Windows 7, ma in versione limitatissima. Sono usati per essere connessi attraverso Desktop Remoto a sistemi centrali e nulla di più. Hanno CPU a due core e Ram 2 GB e un hardisk di circa 4 GB.

Vogliamo che il thin client possa avere un sistema completo Ubuntu da poter utilizzare in automia, senza doversi collegare ad enormi DataCenters.

Leggi…

Come Rendere Sicuro un Archivio Dati – Il Nas Soluzione per Piccole e Medie Imprese

25 gennaio 2010 di Daniele Frulla


Network Attached Storage

Le piccole e medie imprese oggi sono impegnate più che mai a trovare nuove soluzioni per ridurre i costi e razionalizzare le loro operazioni. Si tratta di imprese che generano una quantità eccessiva di dati all’interno delle loro organizzazioni, dati che devono essere sia protetti che resi  ampiamente disponibili.

In passato le imprese avevano soltanto pochi megabyte di spazio sui loro server e PC di cui preoccuparsi e alcuni conservavano tutto giornalmente sulle unità a nastro o a cassette. Leggi…

Virtualizzazione: Il Futuro Delle Risorse Hardware

25 aprile 2008 di Daniele Frulla


Hardware sempre più potente nel giro di pochi anni rende la vita difficile a molte società che devono  riallineare i propri sistemi informatici.

La virtualizzazione dei servers è entrata ormai nel mercato dei prodotti informatici, e l'hardware si vende a patto che sia compatibile con i diversi software di virtualizzazione.

Perchè questo utilizzo massiccio della virtualizzazione? Quali sono i vantaggi?

Utilizzare la virtualizzazione dei servers (Server Consolidation).

La virtualizzazione dei server è quella pratica che consente di creare macchine virtuali (virtual guest) in un sistema fisico detto host. Questa pratica prende il nome di Server Consolidation in quanto si potranno avere più servers su un unico sistema host e quindi una riduzione notevole di servers fisici.

In pratica su un server host (fisico) installiamo un sistema operativo ed un software di virtualizzazione che ci serve a "simulare" altro hardware per creare servers detti VM (Macchine Virtuali).

Per virtualizzare servers possono essere usate tipologie di hardware tra le più sofisticate in commercio. In pratica:

  1. Sistemi di Storage SAN che consentano di memorizzare dati dell'ordine dei TeraByte.
  2. Comunicazioni in fibra tra storage e servers.
  3. Servers con almeno 2 processori e diversi GigaByte di RAM.

Vantaggi Della Virtualizzazione

I vantaggi della virtualizzazione sono notevoli soprattutto con l'evoluzione tecnologica degli ultimi anni: 

  1. Utilizzo Massimo Delle Risorse: quante volte lasciando acceso il PC andiamo a prendere un caffè? Il tempo del caffè in termini di cicli di CPU è tutto tempo sprecato perchè la CPU non elabora niente, ma magari mantiene solamente uno screensaver. Con le VM (Macchine Virtuali) si possono sfruttare questi cicli macchina per far avviare l'elaborazione di un video. Le VM ottimizzano sia la CPU che la RAM del server host delle VM.
  2. Ottimizzazione Di Test E Di Sviluppo: la VM è altro che un file che la macchina host legge  se la VM è accesa. Per testare o sviluppare un software non è più necessario acquistare hardware, ma lo si può fare installando la macchina virtuale, testare tutto quello che vogliamo e poi cancellarla quando non ci server più.
  3. Meno Sprechi Energetici: la virtualizzazione permette di risparmiare in termini di energia, poichè tenere accesi 10 servers è diverso dal tenerne accesi 2! Quindi risparmi in termini di energia per i servers, per la tenuta del data center, e per l'uso migliorato di tutte le risorse hardware.
  4. Scalabilità: cambiare i sistemi informativi aziendali e gestirli non mai stato così semplice. Si possono aggiungere tanti sistemi quanti ne vogliamo e lo facciamo in poco meno di 1 giorno lavorativo. I tempi di implementazione si accorciano ed il sistemista non deve più sbizzarrirsi nel cercare driver e compatibilità tra i sistemi.
  5. Costi Di Gestione: i costi di gestioni del sistema si riducono di gran molto. Quello che una volta facevano 4 tecnici oggi lo fa uno solo. E' possibile far girare una macchina virtuale su un altro server  e ridurre così il tempo di disservizio per l'utenza quando una macchina hardware si guasti.
  6. Maggiore Sicurezza Del Sistema: essendo il sistema su di un unico host fisico la sicurezza è garantita dalla configurazione dello stesso host che non fa parte della rete delle VM.
Anche le piccole e medio aziende che non hanno un numero così altro di servers posso optare per questa soluzione, ne avranno sicuramente un vantaggio negli anni a seguire.
 
Fonte: www.newstechnology.eu

Come Realizzare Un Nas In Casa

24 settembre 2007 di Daniele Frulla


Il NAS (Network Attached Storage) è un server che viene utilizzato semplicemente per condividere lo spazio dell'hard disk o altre periferiche come CD o DVD attraverso la rete.

In commercio esistono diversi NAS da acquistare belli e pronti, ma in questo articolo viene descritto come costruirsi un NAS anche attraverso dei semplici PC che altrimenti andrebbero al macero. 

Le attrezzature di cui si ha bisogno per costruirsi il proprio NAS sono:

  1. Un computer anche vecchio con: 256 Mb di Ram, 1 CD-ROM, un Floppy-Disk.
  2. Hard-disk da inserire all'interno del PC.
  3. Scaricare l'immagine ISO di FreeNas, un software totalmente gratuito e gradevole per configurare il proprio NAS, consultando eventualmente anche i manuali.
  4. Un floppy-disk già formattato.

Basta effettuare delle semplici operazioni per avere il proprio NAS casalingo:

  1. Masterizzare FreeNas su di un CD.
  2. Inserire il floppy formatato nel floppy-disk.
  3. Attraverso il menu del bios modificare le impostazioni di boot selezionando il CD-ROM.
  4. Dopo l'avvio di FreeNas, selezionare il menu 2 per configurare indirizzo ip della scheda di rete.
  5. Ora potete configurare il NAS tramite web con un altro PC seguendo il manuale di configurazione FreeNas.

E' possibile la configurazione software di un raid ed attivare servizi di sincronizzazione automatici per salvaguardare i tuoi dati.

{youtube}mgJNzyTSv6c{/youtube} 

Fonte: www.newstechnology.eu


Copyright di Caterina Mezzapelle Part. I.V.A. 02413940814 - R.E.A. 191812